sabato 26 settembre 2009

Il mio odio

Temo d'avere un problema con l'odio. Mi è successo più volte di desiderare con tutto me stesso di vedere una persona riversa a terra dopo aver incassato tante legnate da poterci aprire una falegnameria. Un desiderio sincero, e neanche con persone con le quali ho litigato. Semplicemente sento il seme dell'odio nascere e crescere e, sì, ora ci starebbero bene delle sprangate sul tuo volto. Non è la discussione o la litigata che mi fa desiderare la sofferenza altrui, sono soprattutto gli atteggiamenti. Strafottenza e arroganza, idiozia e chiusura mentale sono i peggiori, stimolano in me le sensazioni peggiori. Odio quello stronzo che mi sorpassa a sinistra, quello che suona il clacson, quello che fa casino, quel bambino che non la smette di piangere, quello che con tutto il posto che c'è si viene a sedere proprio di fianco a me, quello che impenna col motorino, quello che fa gli articoli sulla Milano da bere a studio Aperto, quello che sembra sapere tutto e quello con gli occhi che dicono "cazzo quanto sono furbo". Odio parecchia gente. Spesso sento dire che l'amore è un sentimento raro e che andrebbe valutato con cautela. Nel mio caso si fa prima a dire chi amo piuttosto che elencare la Black List. Semplice ottimizzazione, niente di metafisico. Odio anche me stesso quando vedo il mio cervello vomitare fuori post di questo tipo ed odio non riuscire a mettere su pixel le mie idee esatte. Odio parecchie cose, in effetti. Di buono c'è che tutto quest'odio riesco a tenermelo dentro anche se sono sicuro che andrà prima o poi a condensarsi in una forma tumorale grossa come una papaya.

1 commento:

E.Roger ha detto...

http://www.lyricsmania.com/lyrics/bluvertigo_lyrics_54/acidi_e_basi_lyrics_243/iodio_lyrics_2779.html

questo cantavano i bluvertigo quando ero piccino. avevano e hanno tuttora ragione