martedì 12 gennaio 2010

Esplosioni nel cielo

In principio sugli aerei ci salivi solo con le armi, visto che erano ad esclusivo uso militare. Poi hanno iniziato a vietare le armi. Poi hanno iniziato a vietare i coltelli. Poi gli oggetti contundenti. Poi le forbicine per le unghie, le bottigliette d'acqua, i cottonfioc. All'ingresso in aeroporto ora ci si deve sottoporre ad un'ispezione completa di tasche e cavità corporee. Mi chiedo veramente se ci sia qualcuno di coloro che decidono queste "norme di sicurezza" che crede veramente alla loro efficacia. Ora propongono di fare una Tac ad ogni passeggero con un notevole spreco di tempo e denaro (già la puntualità non è il loro forte) con l'ovvia conseguenza che verranno semplicemente escogitati nuovi metodi per lasciar passare armi o oggetti, mi infilo un fucile a canne mozze in gola o una granata nel culo. Per fortuna il Bodyscanner o come si chiama è momentaneamente intralciato dalle regole sulla privacy e sulla possibile pornografia e pedofilia. Non si sa mai che ci sia qualcuno che trova eccitazione sessuale nell'osservare un'ecografia, specie dopo che ne vede per otto ore al giorno tutti i giorni sul lavore. E non sarebbe comunque più pornografico dei balletti delle veline o qualsiasi altra trasmissione Mediaset. Comunque non c'è modo per contrastare certe volontà criminali, soprattutto se l'idea è quella di agire tramite inutili scannerizzazioni. Anche perchè, fortificando sempre più la porta finirà che qualcuno prima o poi entra semplicemente dalla finestra. Penso all'impresa di pulizie che può fare accordi con terroristi, con gli smistatori di bagliagli, eccetera eccetera. Che poi, chi crede veramente che tali metodi ridurranno i tentativi di terrorismo dovrebbe provare ad utilizzare il cervelletto (anche loro lo hanno, incredibile ma vero) e capire che non c'è bisogno di un lanciamissili per dirottare un aereo. E neanche di una pistola o di un coltello. No. Basta un qualsiasi oggetto. Non mi fate portare oggetti? Bene, bastano le mie mani. Pestare a sangue una persona è piuttosto facile anche a mani nude e minacciare diventa piuttosto efficace dopo un buon pestaggio. Chissà, magari si inventeranno ora di legare con le cinghie ogni passeggero al suo posto o stordirlo con qualche droga. Io lo spero, anche perchè l'alternativa sarebbe che gli venga in mente ti tagliarci le mani.

5 commenti:

Hen, la Nubetossica ha detto...

O che i terroristi ci infilino delle granate su per il culo di nascosto...

Infernet89 ha detto...

senza contare che permettono di portare e usare i portatili, giustamente. (gli uomini d'affari non possono privarsi del lusso di lavorare mentre sono in viaggio)


Avete idea del botto che faccia una batteria da portatile modificata?.

Twiggy ha detto...

io sono favorevole ai body scanner. cioè. il biglietto della ryanair mi costa meno del ticket. e mi aspetto che se c'ho il colon infiammato l'ispettore aereoportuale me lo faccia presente...

Mauro Bartoletti ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mauro Bartoletti ha detto...

Twiggy, la tua intuizione è realmente geniale.
Se la professionalità degli addetti alla sicurezza negli aeroporti italiani fosse meno minata dalla voglia di bivacco e fancazzismo, potresti anche optare per il massaggio durante la perquisizione: quando mi perquisiscono a Londra è come fare fisioterapia!