domenica 13 dicembre 2009

Crimini di carne

Ormai sta passando un po' di moda parlare degli stupri degli extracomunitari alle giovani donne italiane purosangue, specie da quando ci si è resi conto che anche gli italiani purosangue lo fanno, non è prerogativa dei soli rumeni. Resta il fatto che ogni tanto qualche notiziola viene fuori, qualcuno si indigna, propone pene dure e cose così. Io, non so per qual motivo, non riesco ad impressionarmi di questi crimini. Stupri, pedofilia, assassinio e tortura non mi interessano. Sono crimini che distruggono la vittima e la famiglia della stessa, oltre ad addolorare amici e conoscenti più vicini ad essa, ma non vedo quale tipo di rilevanza nazionale o sociale possano avere questi crimini. Per quanto infami possano essere, sono crimini di basso livello, fisici, crimini di carne. Mi impressiono molto di più con altri tipi di crimini. Tanzi che manda sul lastrico intere famiglie ed un settore economico. Berlusconi che corrompe mezz'Italia e poi ne distrugge il sistema giudiziario per salvarsi. La collusione dei politici con la mafia. Le evasioni dei ricchi. Sono questi i reati che andrebbero perseguiti con le pene più dure perchè indice di una maleducazione e di un'avidità senza pari. Gente che per anni continua a rubare soldi per comprarsi la seconda barca o la quarta villa e che all'improvviso, fallendo, rovinano intere famiglie di azionisti, di investitori, di operai, di lavoratori. Non me ne frega niente degli stupri e della pedofilia, i crimini di carne colpiscono una persona e chi l'amava. I crimini del nuovo millennio, quelli basati sui cavilli giuridici e sulle falle di un sistema economico mondiale traballante distruggono intere famiglie per generazioni. E le distruggono davvero, non son un dolore che, per quanto feroce, è passeggero. No, la distruzione è economica, si perde tutto e si passa poi ad un annichilimento psicologico. È per questo sapere delle azioni di Berlusconi o delle infiltrazioni mafiose nella politica mi fa così schifo. È per questo che avere Berlusconi al governo mi fa così orrore.

1 commento:

Rocklion ha detto...

Credo che in fin dei conti sia stata una manovra politica propugnata dalla seconda guerra mondiale. Spostare l'attenzione è sempre il modo migliore per condizionare l'opinione pubblica, è la scappatoia alla potenza dei Mass Media da parte dei "potenti". Purtroppo il dolore istantaneo ma intenso che infliggono questi "crimini di carne" attira l'attenzione (o dovrei meglio dire, attira l'attenzione dei Media) molto più in fretta.
E' un serio problema.