lunedì 22 novembre 2010

Il tagliaerba

Nel posto nuovo dove mi sono trasferito ci sono una quindicina di casette. Ogni casetta ha un giardino quindi ci sono una quindicina di giardini. Nei giardini cresce l'erba (non nel mio, in questo caso l'erba di ogni mio vicino è più verde della mia visto che il mio giardino è privo di erba ovvero è terra). Quando l'erba cresce e si allunga troppo, ogni famiglia tira fuori il tagliaerba, uno strumento che taglia l'erba. Quindi ci sono una quindicina di tagliaerba. Possiamo dire che l'erba viene tagliata ogni due settimane. O almeno mediamente; nel mio giardino l'erba sarebbe tagliata molto più di rado. Sempre supponendo che ci sia erba nel mio giardino, cosa che non è. Comunque, quindici tagliaerba il cui utilizzo effettivo è, esageriamo, quattro ore al mese che si traduce in un centinaio di ore all'anno. In un anno ci sono 8760 ore (otto, sette, sei, non è curioso?). Significa che un tagliaerba rimane acceso per circa l'1,1415% del tempo (-,1415 come π, non è curioso?). Non so quanto sia il prezzo medio per portarsi a casa un tagliaerba e la pigrizia mi impone di non documentarmi. Quindi per me un tagliaerba costa X. Ovvero ogni famiglia ha speso X per portarsi a casa il tagliaerba. La fabbrica di tagliaerba si è incassata 15X ed è felice. Questo perchè l'economia è basata sul consumo estremo e sulla proprietà assoluta. Se il mio quartiere fosse intelligente, ma purtroppo è composto da umani, avrebbe fatto un ragionamento di questo tipo. Ogni famiglia paga un quindicesimo di X e si compra un solo tagliaerba che viene usato a turno. Questo investimento avrebbe un'efficienza molto migliore in quanto il tagliaerba rimarrebbe acceso per il 17,1232% del tempo (uno, due, tre, non è curioso?). Il degrado meccanico dovuto dal tempo inciderebbe in maniera minore sull'usura del tagliaerba. L'erba sarebbe ugualmente tagliata. Ogni famiglia avrebbe quattordici quindicesimi di X da spendere per altre cose. La fabbrica di tagliaerba avrebbe inquinato un quindicesimo, avrebbe raggiunto la sua quota produttiva in un quindicesimo del tempo e gli operai potevano occupare i quattordici quindicesimi del loro tempo per produrre altre cose, magari attrezzi da giardino o nanetti di gesso. Bam. Il sistema economico messo in ginocchio dal ragionamento logico. Provate a definire l'economia una scienza, adesso. Vediamo cosa mi ci posso pulire, con la vostra laurea in economia. Magari il tagliaerba.

3 commenti:

SCIUSCIA ha detto...

L'Economia è quella scienza inventata per negare il fatto ovvio che l'economia è una merdata.

Rocklion ha detto...

Mi piace un casino. Come sei comunista quest'oggi :*

Injo ha detto...

Dal punto di vista teorico è sempre un bene essere comunista.

Dal punto di vista pratico, insomma.